Casa semi indipendente 3 stanze da letto 110 m²

Riferimento: VILLA A MONTEROSI

  • Prezzo: € 160.000
  • Stato: Nuovo
  • Superficie abitabile: 110 m²
  • Classe Efficienza Energetica: E
  • Valore Efficienza Energetica: 175
  • Stanze da letto: 3
  • Bagni: 2
  • Giardino: 300 m²
Distanza da:
  • Città più vicina: 2 Km
  • Spiaggia: 5 Km
  • Aeroporto:
  • Roma FCO: 42 Km
  • Roma CIA: 48 Km
  • Perugia PEG: 103 Km
  • Pescara PSR: 158 Km
  • Monterosi zona panoramica e tranquilla villa capotesta di nuova costruzione di circa 110 mq. e 300 mq. di giardino. tre camere salone due bagni travi in legno ottime rifiniture. termoautonomo. ric. €. 160.000
    Sulle rive del piccolo lago di Monterosi, detto anticamente Janula, nel 1155 avvenne l'incontro fra Adriano IV e Federico Barbarossa, mentre le campagne che circondano il paese furono teatro dell'assassinio del messo del Papa Innocenzo X da parte dei sicari di Ranuccio Farnese.

    Monterosi è tutto raccolto intorno al suo nucleo centrale, ha avuto, in passato, importanti funzioni strategiche. Il passaggio della via Cassia favorì scambi economici e culturali con il resto dell'Etruria e questo consentì a Monterosi, e ad altri paesi vicini,di migliorare culturalmente ed economicamente Naturalmente, per lo stesso motivo, Monterosi fu anche vittima di numerosi assedi e saccheggi: passarono da Monterosi Romani, Goti e Longobardi.

    Monterosi Inizialmente situato sul colle che attualmente lo sovrasta, intorno al 1400, in un periodo di relativa calma, il centro abitato si trasferì a valle. Monterosi è ricordato nei libri di storia perché teatro di memorabili avvenimenti. Monterosi fu nel 1155, ad esempio, il luogo prescelto da papa Adriano IV per incontrare Federico Barbarossa che doveva essere incoronato imperatore: il Barbarossa si rifiutò, in quell'occasione, di reggere la staffa al pontefice che doveva salire a cavallo.

    Sempre a Monterosi, nel 1649, venne ucciso Monsignor Giarda, mandato da Innocenzo X per convincere Ranuccio Farnese a restituire il ducato di Castro. Fu forse questo uno dei motivi che spinsero il pontefice ad ordinare la distruzione di Castro. Ancora in tempi più recenti, durante le invasioni napoleoniche, Monterosi fu al centro di una sanguinosissima battaglia tra le truppe francesi e gli eserciti di re Ferdinando.
    Contatta agenzia
    * campi obbligatori
    I tuoi dati verranno inoltrati a: Frimm Magnum