Palazzo 5 stanze da letto 496 m²

Riferimento: Palazzetto fine Ottocento

  • Prezzo: trattativa riservata
  • Stato: Da ristrutturare
  • Superficie abitabile: 496 m²
  • Classe Efficienza Energetica: Non disponibile
  • Stanze da letto: 5
  • Bagni: 4
  • Giardino: 48 m²
  • Terrazzo: 23 m²
  • Cantina
Distanza da:
  • Città più vicina: 0.3 Km
  • Spiaggia: 100 Km
  • Aeroporto:
  • Roma CIA: 86 Km
  • Pescara PSR: 99 Km
  • Napoli NAP: 102 Km
  • Roma FCO: 113 Km
  • Palazzetto cielo-terra di fine ‘800 situato in via Ciccodicola nel quartiere Civita in prossimità del Castello di Re Ladislao a cui si accede da due ingressi posizionati su due livelli stradali. Stabile di circa 496mq. su 4 piani, comprensivi di balconi, terrazzino panoramico e cortile con un pozzo in ceramica e una vasca fontana in pietra.
    Pavimenti d’epoca in ceramica, soffitti con travi in legno a vista, mattonelle dipinte a mano, porte affrescate, pomelli di alcune porte in ceramica e in vetro, scala interna in marmo, alti soffitti decorati e 4 camini. Molti elementi esistenti sono state realizzati nella seconda metà del secolo scorso dal proprietario con criteri  moderni mantenendo l’identità dello stabile.
    Da ristrutturare.
     
     Arpino cenni storici.
    Città d’arte e cultura. Piccola perla della Ciociaria in provincia di Frosinone - Lazio (120 Km da Roma e 100 Km da Napoli).  La cittadina si sviluppa sul versante sinistro della media valle del Liri. E’ mollemente distesa tra due alture, Civita Falconara con il castello di Ladislao, e l’Acropoli di Civitavecchia cinta da mura poligonali, dette ciclopiche (sec.XII a.C.) in cui si apre il  famoso  Arco a sesto acuto. Le tradizioni locali e una serie d’iscrizioni fanno risalire la fondazione di questa cittadina al dio Saturno e le tracce dei primi insediamenti risalgono al VII sec. a.C. ad opera dei Volsci.
    Arpino vanta illustri cittadini: Caio Mario,militare e politico sette volte console. Il suo nome è ricordato anche nell’etimologia della regione francese Camargue (Caii Marii Ager).  Cicerone Marco Tullio, avvocato, politico, filosofo ed oratore. In suo onore è stato istituito, nel 1980, il Certamen Ciceronianum Arpinas, che richiama ogni anno a maggio, giovani liceali da tutto il mondo per confrontarsi con le opere di Cicerone. Alla competizione che si svolge nel’arco di una giornata, si affiancano una serie di eventi culturali.
    Marco Vipsiano Agrippa, architetto del Pantheon. Giuseppe Cesari, detto il Cavalier d’Arpino, pittore dell’epoca barocca maestro di Guido Reni  e del Caravaggio.
    Inoltre Umberto Mastroianni, artista eclettico e geniale, che ha donato alla sua morte oltre cento opere (tra sculture, disegni e bassorilievi) alla Fondazione che porta il suo nome situata nel Castello di Ladislao. Tale Fondazione ha in progetto di diventare un Centro Internazionale di Arti Visive.
     Arpino cenni geografici e turistici
    Altitudine massima 837m. s.l.m minima 192m. s.l.m
    Il territorio è ricco di boschi e di uliveti. Esistono percorsi naturalistici sui monti Ernici. Nelle vicinanze si trovano le Grotte di Pastena e l’Abbazia di Casamari. 
    In circa 1 ora si raggiunge il Monte Circeo un piccolo promontorio che si erge sul Mar Tirreno e sede di un parco naturalistico. Le sue coste sono le più belle del litorale laziale.
     
    Contatta il proprietario
    * campi obbligatori
    I tuoi dati verranno inoltrati a: Alessia Cicconetti