Monthly Archives: aprile 2017

Vendere casa ad acquirenti stranieri: Le 9 mosse vincenti

By aprile 30, 2017

Gli stranieri che comprano casa in Italia sono tantissimi e per la loro ricerca utilizzano sempre Internet!

Ma spesso quando si mette in vendita un immobile, e soprattutto quando si pensa di venderlo a stranieri, si sprecano tempo e risorse in azioni poco efficaci per mancanza di informazioni o per poca dimestichezza con il mercato immobiliare.

Ecco 9 consigli utili che abbiamo raccolto per te sulla base della nostra decennale esperienza nel settore, che possono fare la differenza quando si vuole vendere casa soprattutto verso gli acquirenti internazionali.

  1. Conosci l’acquirente internazionale ‘medio’

    La maggior parte dei compratori stranieri è composta da persone dai 55 anni in su, innamorate del nostro paese e decise a trovare la loro casa ideale per trascorrervi almeno 6 mesi l’anno. Comprare casa in Italia per loro significa aumentare la qualità della vita.

  2. Pensa digitale

    La parola d’ordine è ‘online’! Gli stranieri utilizzano sempre il web e si affidano a portali immobiliari specializzati per scandagliare gli annunci immobiliari e cercare la proprietà che più si avvicina alle loro esigenze. Per riuscire a vendere casa devi passare da Internet.

  3. Non lasciarli immaginare

    Un buon annuncio deve avere circa 20 foto, nitide e scattate in una giornata di sole. Le immagini devono ritrarre l’esterno e gli ambienti interni: queste ultime devono essere scattate con una buona illuminazione. Cerca di inserire le foto in ordine logico, simulando una visita alla proprietà.

  4. Metti in mostra i particolari

    Gli stranieri sono attenti agli aspetti originali della casa. Mostra nelle foto i particolari come porte in legno massello, serramenti in ferro battuto, il mattoncino. Gli stranieri in genere cercano l’immobile storico quindi soffermatevi su questi aspetti. Anche il panorama che si gode da finestre, terrazzi e balconi conquistano consensi.

  5. Valorizza la casa, anche se è da rinnovare

    Ristrutturare non è un peso per gli stranieri: tre richieste su dieci sono dirette a immobili da risistemare. Se invece hai già ristrutturato l’immobile, fai presente gli esiti dell’intervento di ammodernamento, specialmente quelli legati all’efficienza energetica. Ad esempio, specifica se la casa è dotata di caldaia a condensazione, di pannelli solari o se sono state fatte migliorie come l’impianto di condizionamento.

  6. Sfrutta il vantaggio

    Più della metà dei potenziali compratori esteri pone natura, clima, arte cultura ed enogastronomia come elementi determinanti per la loro scelta. E l’Italia è l’unica scelta per un compratore su due. Si parte quindi in vantaggio: sapere cosa spinge gli stranieri a scegliere l’Italia fornisce spunti utili per comporre il testo dell’annuncio, che per essere ancora più interessante deve contenere descrizioni delle bellezze del territorio e delle caratteristiche dei luoghi.

  7. Pensa agli aspetti pratici

    Sapere cosa li aspetta, aiuta i compratori esteri. Avere idea dei servizi che si trovano nei pressi dell’immobile sicuramente è un’informazione molto apprezzata: specifica se ci sono fermate di autobus, stazioni, negozi, ospedali, piscine, centri sportivi e tutto quello che offre la zona.

  8. Dai i numeri

    Tutto è relativo, anche le distanze. Il concetto di ‘vicinanza’ per uno straniero, soprattutto americano o australiano, è diverso dal nostro. Nella loro percezione, arrivare al mare in 20 minuti di viaggio in auto è praticamente nulla. Così come trovare l’aeroporto ad un’ora da casa. Difatti uno degli aspetti più apprezzati del nostro paese è di arrivare dal mare alla montagna in poche ore. A volte in una manciata di minuti. Quindi specifica le distanze.

  9. Parla come mangiano (loro)

    È importante che l’annuncio online sia tradotto in inglese, che è la lingua più usata e conosciuta, e magari in altre lingue. Vietato usare traduttori automatici: gli stranieri se ne accorgono, quindi meglio un inglese elementare.

Ora che sai come creare un annuncio che funziona, scopri come renderlo visibile agli stranieri di tutto il mondo con Gate-away.com:

 

Comprare casa in Italia è sicuro. Parola degli stranieri

By aprile 28, 2017

Per chi vuole vendere un immobile e cogliere l’opportunità del mercato estero, è legittimo chiedersi se l’Italia sia considerata all’estero come luogo ideale per una seconda casa nonostante gli eventi legati al terremoto.
La buona notizia è che il nostro Paese viene percepito come sicuro: lo attesta il 95% di utenti stranieri che hanno partecipato all’indagine condotta da Gate-away.com proprio sul tema del rischio sismico. La domanda generale di immobili italiani sul portale online è in crescita – altra buona notizia per agenzie immobiliari e privati che hanno casa da vendere – e le richieste arrivano anche per il centro Italia, direttamente coinvolto.

Il rischio sismico non distoglie il 63% degli intervistati che continua la sua ricerca della casa ideale in Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria. Le risposte evidenziano la propensione verso aree della stessa regione ritenute più sicure (43%) e la non considerazione del terremoto o di altri fenomeni naturali come motivazioni tali da far cambiare regione ai potenziali compratori (34%). Un buon 33% ritiene che soluzioni antisismiche impiegate nella ristrutturazioni siano fondamentali per la prevenzione del rischio.
Soprattutto, chiedendo cosa avrebbe potuto dissuadere gli utenti di Gate-away.com dall’acquistare un immobile in Italia, il 45% degli intervistati risponde che niente può trattenerli: la decisione è già stata presa. Curiosamente la burocrazia potrebbe essere un pensiero più pressante (37%) rispetto proprio al rischio sismico (14%).

La ripresa del territorio colpito dal sisma è un obiettivo condiviso anche oltre confine.
La consapevolezza che l’Italia viva anche di turismo non è solo appannaggio di noi italiani: ben l’87% degli intervistati stranieri visiterebbe come turista il centro Italia nei prossimi dodici mesi per sostenere l’economia locale.

E cosa pensano gli stranieri che una casa l’hanno già comprata?

Dopo quella di Rob e Corine, olandesi che hanno scelto le Marche, ecco la testimonianza di acquirenti americani: Sonseere dal Minnesota ha scelto Arpino nel Lazio mentre Rachael e Tom del Michigan hanno comprato casa a Montefranco, in Umbria.

“Nei giorni seguenti al terremoto ho iniziato a chiedere in giro, ad informarmi sulle case antiche nei centri storici e su come sono costruite quelle più recenti. Proprio in quei mesi ero alla ricerca della mia casa dei sogni in Italia. A quanto pare alcune abitazioni molto antiche che risalgono addirittura all’epoca romana sono state edificate con massi molto grossi  e progettate al preciso scopo di resistere ai terremoti. E quindi tali abitazioni sarebbero più stabili e sicure. La maggior parte delle case che si trovano nel piccolo borgo di Arpino, dove vivo ora e dove alla fine ho comprato casa, sono costruite proprio così. Infatti il paese ha subito dei danni, ma niente di grave. Lo stesso antico palazzo in cui si trova il mio appartamento negli anni ’80 è stato anche rafforzato con le catene. Sapere che è stato reso più stabile e sicuro mi dà maggiore sicurezza nel caso in cui dovesse esserci un’altra scossa”.
Sonseere

 

 “Se qualcuno sta cercando casa nelle regioni del centro Italia colpite dal terremoto o in altre aree che potrebbero essere a rischio, sicuramente sarà preoccupato ed è normale! Ma anche negli Stati Uniti, da dove veniamo noi, esistono i terremoti. Eppure molte persone ci vivono ancora e lì si trasferiscono. In qualsiasi parte del mondo ci sarà sempre la possibilità di qualche rischio o calamità naturale. Perciò quello che ci sentiamo di dire è questo: non lasciate che questo aspetto si frapponga tra voi e i vostri sogni. Il terremoto preoccupa anche noi, nel senso che ci auguriamo che tutti siano sempre sani e salvi. Basandoci sulla nostra esperienza in Italia fatta fino ad ora, possiamo affermare che avremmo comunque comprato casa in questa zona nonostante i recenti terremoti. L’Umbria è una regione magnifica nella quale vivere!”
Rachael e Tom

Se hai immobili da vendere, cogli l’opportunità del mercato estero:  raggiungi subito
gli acquirenti stranieri con Gate-away.com
.

 

Italia, unica scelta di un acquirente estero su due in cerca di una seconda casa

By aprile 4, 2017

Chi sono gli stranieri che cercano una casa in Italia? Nel caso degli utenti che utilizzano il portale Gate-away.com si tratta di persone fortemente motivate, che amano il nostro paese e che si preparano molto per conoscere quante più informazioni possibili che riguardano il nostro paese.
Ben oltre il 55% degli intervistati nell’indagine promossa da Gate-away.com pone l’Italia come unica scelta nella sua ricerca di una casa all’estero. La convinzione che motiva questa predilezione è quella di ritenere superiore la qualità della vita in Italia: natura, clima, arte cultura ed enogastronomia sono gli elementi determinanti per più del 60% degli intervistati. Altre motivazioni riportate sono l’attrazione dei prodotti made in Italy, le origini italiane da riscoprire e il buon compromesso fra qualità e prezzo degli immobili offerti dal mercato italiano. Buone notizie quindi per agenzie immobiliari e privati che hanno case da vendere e vogliono proporle a compratori stranieri.

Gli eventi geopolitici e di politica internazionale che coinvolgono Europa, Medio Oriente e Asia non preoccupano in maniera determinante i potenziali acquirenti esteri.
Sebbene le vicende legate al terrorismo possano in qualche modo rendere più caute le decisioni di acquisto, il 26% degli intervistati ha comunque già deciso di comprare, nonostante tutto.
In fondo l’Italia è sempre l’Italia e il rischio sismico rappresenta un deterrente minore rispetto a tasse eccessive e burocrazia.

Questo atteggiamento probabilmente è legato alla tipologia di utente che ricerca la sua casa dei sogni in Italia. Secondo l’indagine condotta su oltre 1500 utenti esteri, c’è una forte attrazione per l’Italia, il livello di cultura è medio-alto e la ricerca di immobili avviene per la quasi totalità degli utenti tramite Internet, motori di ricerca e portali immobiliari specializzati.
Sono persone innamorate del nostro paese, quasi in procinto della pensione e con l’obiettivo di trovare la proprietà ideale – un acquisto che rappresenta anche un buon investimento – per trascorrere almeno 6 mesi l’anno in un posto al sole. Alcuni pensano addirittura al trasferimento definitivo nel nostro paese.

Gli intervistati sono soprattutto americani tedeschi e inglesi, insieme a olandesi e svedesi, ma il raggio di azione dell’indagine copre oltre 150 paesi nel mondo. Mostrano diversi motivi di insoddisfazione rispetto alla loro condizione – la scarsa qualità della vita percepita, la situazione politica o economica del paese di origine – e sono determinati a migliorare la loro condizione, vedendo l’Italia fra le migliori scelte possibili. Sicuramente un aspetto positivo che avvantaggia chi vuole vendere casa a stranieri, considerando anche il fatto che la crescita delle richieste di immobili italiani da parte di acquirenti esteri è in crescita: nel 2016 l’incremento è stato di oltre il 53% rispetto all’anno precedente.
Gli acquirenti esteri, inoltre, sono interessati alle comunicazioni mirate sull’offerta immobiliare italiana e consultano il portale e la newsletter periodica di Gate-away.com considerandoli utili strumenti per tenersi aggiornati e avere degli spunti per la ricerca della casa ideale.

Hai una casa da vendere? Gate-away.com potrebbe fare al caso tuo.