Monthly Archives: maggio 2016

Campania, la seconda casa in Italia per gli stranieri potrebbe essere qui

By maggio 31, 2016

Napoli_Flickr-credit-CocumberLibre

Fino a poco tempo fa, la scelta della Campania da parte degli stranieri in cerca di un immobile in Italia non era frequente. Ora qualcosa sta cambiando.

Mentre la costiera da sempre attrae turisti e investitori per le sue bellezze, la regione campana in questo prima parte dell’anno registra un generale incremento delle richieste di immobili su Gate-away.com.

Rispetto allo scorso anno, la crescita è del 20,4% e la media del valore degli immobili richiesti è di circa 326mila euro. Il segmento lusso per proprietà che vanno dai 500mila euro in su di certo traina il mercato locale, e infatti il 26% delle richieste in arrivo è proprio per questo tipo di immobili, ma il 36,5% delle domande arriva per immobili al di sotto dei 250mila euro.

Procida - FlickrCredits CocumberLibreCosa cercano gli stranieri alla caccia di una seconda casa in Campania? La tendenza è quella di un’abitazione indipendente (85,65%) e subito abitabile (72,97%) anche se c’è un discreto interesse per case da ristrutturare (quasi il 23% delle richieste).

Napoli, Positano, Scario, Ravello, Massa Lubrense sono le cinque città più ricercate. Fra le nazionalità degli investitori intrenazionali che più richiedono case in Campania, si piazzano primi gli americani, seguiti da britannici, olandesi, francesi e canadesi.

Sarà il successo internazionale di Elena Ferrante, la scrittrice che ha scelto Napoli e dintorni per l’ambientazione dei suoi romanzi; saranno gli investimenti internazionali per i poli tecnologici (in primis l’Apple Center e il centro d’eccellenza aerospaziale), come sottolinea l’articolo pubblicato sulla nota testata giornalistica Times poco tempo fa (“Welcome to Italy’s new hi-tech hub”). La situazione del mercato immobiliare si sta evolvendo.

La Campania Felix intercetta di nuovo l’attenzione degli investitori internazionali alla ricerca di una seconda casa in Italia: per vacanze, per trascorrere il periodo dopo la pensione o anche per trovare una sistemazione per lunghe permanenze di lavoro.
La domanda è consistente: l’offerta del mercato in Campania, da parte di agenzie immobiliari o privati che desiderano vendere casa agli stranieri, dovrebbe essere adeguata per non deludere le aspettative.

Photo Credits: 1 2

Molise “undiscovered”, sempre più stranieri cercano qui la seconda casa in Italia

By maggio 23, 2016

I panorami del Molise

Una seconda casa in Molise, questo uno dei desideri di statunitensi, britannici, tedeschi, belgi e canadesi alla ricerca di un’abitazione in Italia.
Secondo il report di Gate-away.com riferito al primo quadrimestre, sono queste le prime cinque nazionalità da cui arrivano il maggior numero di richieste per immobili nella regione molisana.

Il Molise incassa un +77% palesando la nuova tendenza nel mercato immobiliare. Gli stranieri che vogliono comprare una casa sono attratti dal mercato immobiliare locale molto favorevole  e al contempo dispongono di budget consistenti, tali da non temere neppure ristrutturazioni radicali dell’immobile scelto.

Un’occasione per chi ha una proprietà da vendere e può sfruttare il momento positivo per vendere la propria casa a compratori stranieri.

Panorami dal MoliseAnche per l’investitore estero con disponibilità contenute, comprare una casa nel bel paese non sembra un sogno impossibile. In Molise si può fare l’affare della vita: una bella abitazione, magari da ristrutturare, con paesaggio bellissimo, a un passo sia dal mare che dalla montagna, restando comunque ad una ragionevole distanza dai servizi e dalle arterie principali per muoversi lungo lo Stivale.

Secondo i dati di Gate-away.com, vengono ricercate soprattutto case indipendenti, antichi casolari e case coloniche e quasi il 58% delle istanze in arrivo è diretto a proprietà che devono essere ristrutturate, parzialmente o in maniera totale. Poche le richieste per nuovi immobili mentre quelli già abitabili intercettano quasi il 42% delle domande.

Una nota particolare va fatta per i potenziali acquirenti britannici, solitamente apripista negli acquisti in aree meno inflazionate dal turismo di massa e promotori di nuove tendenze. Sono stati i primi ad essere fortemente interessati al Molise “undiscovered” e un segno di tale attenzione è il recente articolo pubblicato dal prestigioso Times di Londra.

Questo è il suggerimento che possiamo dare a chi ha un immobile da vendere: cavalcate l’onda e potenziate la vostra presenza all’estero insieme a noi.

Vendere case a stranieri, i tedeschi scalano la classifica

By maggio 10, 2016

Liguria_Flickr_FrancescaCappa

Il buongiorno si vede dal mattino e fortunatamente i dati dei primi mesi del 2016 restituiscono un quadro positivo per l’Italia e i potenziali investimenti esteri per il settore residenziale delle seconde case. Rispetto al 2015, su Gate-away.com si registra in questo primo quadrimestre una crescita delle richieste di immobili dall’estero pari al 64,43%: Stati Uniti, Regno Unito e Germania occupano il podio della classifica dedicata alla provenienza delle richieste.

Notevole il dato relativo ai tedeschi che registrano un +88% nel primo trimestre: si discostano solo dello 0,23% dai britannici e dello 0,83% dagli americani. Soprattutto se si pensa che la Germania, terza nella lista generale, conquista il primo posto per la classifica del segmento lusso (richieste in arrivo dirette ad immobili sopra il milione di euro), mentre il valore medio degli immobili ricercati è di 438mila euro.
La preferenza espressa è per case indipendenti e abitabili, ma quasi il 30% delle richieste è per proprietà che hanno bisogno di essere restaurate, tutte o in parte, con una possibile ricaduta positiva per l’indotto locale legato all’edilizia e l’artigianato.

Fra le regioni più richieste dai tedeschi su Gate-away.com ci sono la Toscana (24,19%), la Liguria (17,28%) e l’Umbria (9,83%), seguite da Puglia (9,18%) e Sardegna (7,45%) che chiudono la top five. Le cinque città che maggiormente intercettano l’interesse dei tedeschi sono Carovigno (Puglia), Bordighera (Liguria), Trevi (Umbria) Sanremo (Liguria) e Fivizzano (Toscana).

In generale, si registra un aumento del 71,6% delle richieste di immobili di alta fascia e lo sviluppo di interesse per l’immobiliare italiano, non solo lusso, potrebbe essere un effetto collaterale delle vicende internazionali e della situazione di instabilità geopolitica che ora caratterizza aree in diretta competizione con l’Italia, come Francia, Turchia o Grecia.

[Photo Credits]