Monthly Archives: febbraio 2014

Mercato Immobiliare: ecco perché il 2014 sarà l’anno degli Stranieri

By febbraio 10, 2014

case in vendita in Italia

A cavallo tra il 2013 e il 2014 Gate-Away.com ha riscontrato un significativo incremento di richieste da parte di potenziali acquirenti stranieri interessati all’acquisto di una casa in Italia: confrontando i dati relativi alle due settimane immediatamente precedenti al Natale (dal 9 al 22 dicembre), con quelli delle due settimane tra Natale e Capodanno (dal 23 dicembre 2013 al 5 gennaio 2014) è stato rilevato un incremento del 93,48% di richieste inoltrate attraverso il portale.

Questi dati si riferiscono proprio al periodo in cui i buoni propositi per il nuovo anno cominciano a delinearsi e a prendere corpo e hanno portato alla luce il forte desiderio di tanti stranieri di comprare una casa in Italia nel 2014, per trasferirsi o anche solo come seconda casa per le vacanze.
Un trend di questo tipo era stato riscontrato anche negli anni precedenti: + 58,33% di richieste a fine 2011 e + 78,4% a fine 2012, a testimonianza di come l’interesse verso gli immobili italiani da parte di investitori stranieri sia sempre più marcato e abbia raggiunto il suo picco massimo proprio all’inizio di quest’anno.

Il 2014 si prospetta come un anno di forti investimenti provenienti dall’estero anche grazie al continuo calo dei prezzi degli immobili presenti sul territorio nazionale: l’ISTAT nel suo ultimo rapporto sul mercato immobiliare ha previsto, dopo un calo del 5,3% relativo al 2013, un ulteriore abbassamento dei prezzi del 3,5% anche per il 2014 che renderà ancora più appetibili gli immobili italiani oltre confine, in mercati in cui gli investimenti immobiliari sono in costante crescita.

Analizzando le richieste pervenute da potenziali acquirenti internazionali, Gate-Away.com ha potuto confermare un altro interessante trend che aveva cominciato a palesarsi nei mesi scorsi: gli stranieri cercano sicuramente immobili di pregio, ma non necessariamente di lusso. Solo il 10% delle richieste è per immobili dal valore superiore al milione di euro, mentre l’82,3% di richieste è per immobili dal costo inferiore ai 500.000 euro.